Inserti per accumolo

Tradizione Moderna Nova e Renova

Una volta il prodotto “stufa in maiolica ” era necessariamente correlato alle piastrelle in maiolica (piastrelle di ceramica). Non esistevano scambiatori di calore o altri sistemi di accumolo che assorbivano cosi bene il calore,lo immagazzinavano e lo riemettevano in qualità di calore irradiato.
Oggi questo tipo di stufa viene cosi denominato o perchè e costituito dalle piastrelle oppure per definizione convezionale. In questo caso indica una determinata tipologia costruttiva. Altrimenti può essere cosi denominato perche l’inserto è stato controllato come inserto di una stufa in maiolica. il principio di funzionamento è rimasto uguale,ma l’impianto non presenta sempre delle piastrelle visibili in maiolica: nelle celle di combustione si cerca di bruciare la legna nel modo più economico possibile.Il calore irradiato che passa attraverso la finestrella viene emesso direttamente nel locale in cui la stufa è installata. I gas caldi di combustione non vengono condotti direttamente nel comignolo, bensi raffreddati mediate superfici radianti ceramiche o metalliche o masse di accumolo installate a valle.
il calore di accumolo ottenuto viene successivamente emesso nel locale in cui la stufa è stata installata o nei locali adiacenti per un periodo prolungato in qualità di calore irradiato.

Vantaggi:

  • rendimento > 88 %
  • emissioni molto ridotte
  • doppi vetri con rivestimento ad infrarossi
  • altezza sportello 51 cm e 57 cm
  • battuta porta modificabile anche dopo il montaggio
  • con accensione esterna, testata con la norma DIN EN 13229
  • quantità di legna 8 kg / 10 kg
  • lunghezza dei tronchi con Nova F 50 cm
  • lunghezza dei giri di fumo da 3 metri a 7,2 metri
  • Erboris 1300 argilla refrettaria nera
  • S.Termatik pro Controllo combustione compatibile
  • leggera (< 100 kg )

Ultime news